ARTDESIGN 2004

di Gerardo Pedicini

Il segreto della forma sta nel fatto che essa è confine;

Il segreto della forma sta nel fatto che essa è confine;

essa è la cosa stessa

e, nello stesso tempo il cessare della cosa,

il territorio circoscritto in cui

l’Essere e il Non-più-esserre della cosa

sono una cosa sola

George Simmel

Leggi tutto: ARTDESIGN 2004

TRACCE SUI MATTONI

di Angelo calabrese

Un concorso di forte creatività e risposte stimolanti ha testi­moniato una simpatica e impegnata adesione all'invito   di   Ileana D'Andolfo e Rosy Longo­bardi, curatrici della rasse­gna "Segni del terzo mil­lennio", che prende l'avvio nella sede dell'associazione d'arte e cultura "La Nove" in via Micco Spadaro, Circa sessanta artisti hanno dato vita ad un suggestivo "mosaico", intervenendo in piena libertà sui "mattoni" offerti per realizzare una costruzione visuale, che si configura come un vero e proprio codice di emozioni e pensieri, comunicati per "pagine" di un libro-labi-rinto, che si possono legge­re nel continuum di testi­monianze di tanti modi d'essere e di sentire in un contributo di umanità e di alta poesia. Ileana e Rosy hanno collo nel "segno" e hanno constatato come alle incle­menze di fine secolo e fine millennio pittori, scultori, ceramisti, confessino stati d'animo che non possono essere affidati alle parole: la finitezza, l'instabilità, gli interrogativi, la consapevo­lezza critica, le istanze della libertà, i dubbi della neces­sità, il senso della meta­morfosi, gli impulsi apoca­littici, la speranza, la coscienza, la violenza, l'illusione, possono solo essere percezioni d'emo-zionalilà illuminante: ecco il senso del messaggio visuale.

Leggi tutto: TRACCE SUI MATTONI

LA NUDA REALTA'

di Angelo Calabrese

Erano strane macchi­ne, assemblate come quei pupazzi di legno che servono ai bam­bini per esercitarsi a rior­ganizzare le membra spar­pagliate di uno smontag­gio strategicamente educa­tivo. , Gli smalti e la lumino­sità di superfici, perimetra­le con la precisione che fa brillare gli oggetti del desiderio in vetrina, dove intervengono soprattutto le astuzie espositive e la per­suasione reclamizzata, erano, per il fruitore, cala-mite attrattive: che c'era di male a lasciarsi conquista­re da un armamento così innocente?Anche agli adulti piac­ciono i giocattoli, specie se intervengono le nostal­gie memoriali e quei richiami che l'inconscio ritrova nei sensi allertati: il primo impatto con le opere di Maria Sabetti era sugge­stivo come quelli che ci invitano ad apprezzare, a distanza ravvicinata, le macchine del desiderio.

Leggi tutto: LA NUDA REALTA'

EROS E PSYCHE

di Angelo Calabrese

 

Hanno scelto il solsti­zio di giugno gli artisti che, nel giar­dino antistante il centro sociale Alisei, presso l'o­spedale psichiatrico Frullone, proponendo i segnali portanti del loro immaginario come confes­sione di procedimento nella spirale labirintica, hanno reso omaggio a tutte le rotte esistenziali con "II volo di Psyche".I materiali dell'arte hanno quindi visibilizzato le  tensioni alate dell'Io—Arianna che evade dalla natura e vi ritorna in un intrigo di sentimenti smarriti tra le illusioni della ragione, la dolcezza della pietà e la consapevo­lezza dell'impotenza. Non a caso lo stupore innamorato di Psyche tenta il volo: lo spicca quando il tempo è maturo per far avvertire la situazione labi­rintica.

Leggi tutto: EROS E PSYCHE

The Betst bookmaker bet365 Review
How to register at bookamkersHere